Come illuminare un soggiorno con poca luce

Idee e consigli per illuminare una stanza con poca luce.
Carla ci chiede: "Devo risistemare il soggiorno che è privo di luce. La luce viene dalla cucina dotata di porte scorrevoli.  Ho pensato di acquistare mobili bianchi (anche decapati).
Vorrei conoscere il colore delle pareti e l'illuminazione adatta considerando che vorrei comprare un divano rosso. Il pavimento è in gres neutro."





Cara Carla, un soggiorno poco o male illuminato può creare un senso di disagio: se non si può intervenire sull'illuminazione naturale perchè le sorgenti di luce sono fisse, molto si può fare con l'illuminazione artificiale e usando alcuni accorgimenti.

Quanto al colore delle pareti, per moltiplicare la luce assolutamente consigliato il tutto bianco; meglio giocare con il colore quanto ad accessori e complementi.
Bene l'accoppiata divano rosso e mobili bianchi.
Scegli anche elementi in vetro che contribuiscono a dare una luce maggiore.


Altri accorgimenti nel caso di illuminazione naturale limitata sono: porte scorrevoli in vetro trasparente, in modo da far filtrare più luce possibile e tende veneziane da poter aprire e chiudere secondo l'occorrenza.


Quanto alla illuminazione artificiale, un errore da evitare è la classica lampada a soffitto (perchè crea una luce piatta), collocata al centro della stanza, se non integrata da altre sorgenti di luce disposte in modo tale da "delimitare" e sottolineare opportunamente le varie aree del soggiorno (zona conversazione, lettura, pranzo, ecc.).
Scegliere la giusta collocazione delle varie lampade a seconda del tipo di luce che irradiano è quindi importantissimo.


La zona conversazione e la zona tv richiedono una illuminazione uniforme ma non accecante per non affaticare eccessivamente la vista: se possibile la cosa migliore consiste nell'utilizzo di faretti dicroici, incassati a parete o a soffitto, da supportare con lampade da terra o da appoggio.

La zona lettura o, comunque, la poltrona dove ci si siede per leggere, andrà illuminata da dietro con una lampada da terra o da appoggio, meglio se con schermo opaco.

Per il soggiorno dotato di una zona pranzo, infine, perfetta una lampada a sospensione, dotata di saliscendi, da abbassare al momento del pranzo, in modo da creare una atmosfera più intima, e da rialzare negli altri momenti in modo da illuminare uno spazio più ampio.

Per mettere in evidenza quadri o una bella pianta, infine, la cosa migliore sono i faretti orientabili con il fascio di luce concentrato su uno specifico oggetto.

ARTICOLI CORRELATI
- Illuminazione casa: guida alla scelta delle lampade



4 commenti:

  1. Salve,complimenti per il sito. Vorrei approfittare della vostra professionalità per un consiglio sulla tonalità da usare sulle pareti; devo dipingere una piccola stanza poco luminosa (2 metri x 3,5) da adibire esclusivamente a sala TV, già arredata con una piccola vetrina angolare in ciliegio e televisore ultimo tipo tutto schermo con base cromata. So che il colore ideale sarebbe il bianco per la poca luce, ma volevo dare un pò di colore alle pareti o eventualmente anche solo a quella frontale per esempio al color lavanda e comprare un mobile di colore bianco dove appoggiare il televisore.Secondo voi potrebbe andare bene nonostante la vetrina sia classica? Grazie Paolo.

    RispondiElimina
  2. Per Paolo: evita assolutamente i colori scuri. Se proprio non ti piace il "total white", scegli di dare colore ad una sola parete. Bene il color lavanda a patto che sia una tonalità chiara e che si armonizzi con il resto della casa.

    RispondiElimina
  3. ciao, ho trovato questo sito per caso, è davvero ricco di spunti. Vorrei chiedervi un consiglio relativamente al parquet per una casa che dovrò far ristrutturare. Alcune zone della casa non sono molto luminose (si tratta di un 1° piano con esposizione nord-sud). Mi piace molto come essenza l'iroko, ma ho paura che nella casa possa dare un risultato un po' cupo. Le pareti saranno bianche e anche parte dei mobili. Grazie mille
    Roberta

    RispondiElimina
  4. Ciao Roberta!
    il parquet iroko può andar bene: l'importante è che il colore delle pareti, delle porte e della maggior parte dell'arredamento sia chiaro.

    RispondiElimina

Ciao! Ogni commento al post o richiesta consiglio è benvenuto!
Metti la spunta a Inviami notifiche per essere avvertito via e-mail di nuovi commenti al post e della risposta da parte del nostro staff.
Se possibile, pubblica il tuo commento con un nome, anche di fantasia, piuttosto che in forma anonima.
Non saranno pubblicati commenti contenenti link cliccabili.