Come pulire i tappeti


Anche se non si vede, i tappeti attirano una grande quantità di polvere, da rimuovere con l'aspirapolvere o il battitappeto oppure con la scopa di saggina. 
Se i tappeti sono di valore meglio usare spazzole di fibra naturale morbida per non rovinarne l'ordito. Per una maggiore igiene e per evitare fastidiose allergie, ogni tanto spolverate i tappeti anche sul rovescio ed esponeteli all'aria aperta, al rovescio, per impedire che il sole ne alteri il colore. 




Almeno una volta all'anno occorre pulire a fondo i tappeti: non fate, però lavaggi troppo frequenti per non danneggiarne la trama e il tessuto.
Prima del lavaggio fate riparare gli eventuali strappi.

Se preferite pulire i tappeti in casa, senza rivolgervi ad una impresa specializzata (consigliabile se il tappeto è di valore o realizzato in fibre vegetali), evitate di utilizzare sostanze chimiche che potrebbero rovinare o scolorire i tappeti.


Se volete seguire i consigli della nonna potete scegliere di pulire i tappeti con acqua e qualche goccia di ammoniaca oppure con una miscela formata da 1/3 di vino bianco e 2/3 di acqua.

In alternativa, vi suggeriamo un detergente fai da te per pulire il tappeto:

in 1 litro d'acqua diluite 1/2 bicchiere di alcol denaturato, 2 goccie di detersivo liquido per piatti e qualche goccia di ammoniaca.
Pulire con una spazzola morbida nel senso del pelo senza bagnare troppo il tappeto e senza asciugarlo con fonti di calore artificiale ma, eventualmente, con pezze di lino o di spugna.

Infine, per ravvivare i colori, cospargete il tappeto di bicarbonato, lasciate agire per qualche ora e poi rimuovete con l'aspirapolvere.


ARTICOLI CORRELATI
- Come eliminare le macchie dai tappeti

1 commento:

  1. Ciao sono anna, ho trovato in
    http://www.dueconsigli.it/come-pulire/tappeti-casa.htm
    ottimi consigli sulla pulizia dei tappeti

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...